Premio Giornalistico "Alessandra Bisceglia" II edizione

Per ricordare la forza e la sensibilità nel trattare temi difficili della giovane giornalista lucana, scomparsa a 28 anni, per una grave patologia legata a una malformazione vascolare, la Fondazione Alessandra Bisceglia W Ale Onlus ha bandito la seconda edizione del Premio Giornalistico "Alessandra Bisceglia per la comunicazione sociale".

Possono partecipare al Bando i giornalisti pubblicisti o professionisti iscritti all’Ordine dei Giornalisti, di età non superiore ai 35 anni, e gli studenti delle Scuole di giornalismo, riconosciute dall’Ordine. Il Premio, promosso dalla Fondazione insieme alla Libera Università Maria SS. Assunta – Lumsa con il patrocinio dell'Ordine Nazionale dei Giornalisti, del Vicariato di Roma, dell’Istituto Superiore di Sanità e della Regione Basilicata, coniuga comunicazione sociale, solidarietà, integrazione, equità. Il Premio è articolato nelle sezioni: radio-televisiva, agenzie di stampa, quotidiani, periodici e web. E’ previsto anche un Premio speciale per la testata giornalistica che sì è distinta per la diffusione e lo sviluppo della cultura della solidarietà e dell’integrazione delle persone diversamente abili, con particolare attenzione all'equità nell'accesso alla cura. I partecipanti al Bando dovranno presentare servizi o articoli attinenti con l’informazione sociale relativa a temi oggetto delle finalità del Premio, pubblicati o diffusi nel periodo compreso tra il 1 giugno 2016 e il 30 maggio 2017. Le opere in concorso (non più di una per ogni autore) dovranno pervenire, entro e non oltre il 15 giugno 2017, presso la sede della Segreteria Organizzativa. Un’autorevole Giuria, formata da giornalisti e professori universitari, assegnerà i premi ai tre vincitori e alla testata giornalistica che più si è distinta per solidarietà nei confronti delle persone affette da patologie poco conosciute. Il 30 ottobre 2017 a Roma saranno premiati i giornalisti che mostreranno una maggiore attitudine a creare un servizio volto alla sensibilizzazione sul tema delle malattie rare. “Alessandra ha saputo colmare con tenacia e ottimismo i vuoti creati dalla sua malattia - ci dice Raffaella Restaino, Presidente Fondazione Alessandra Bisceglia W Ale Onlus - insegnandoci che nella vita non esistono limiti o barriere se si riesce ad essere felici”.

Per maggiori informazioni contattare: 350 5111904/ 339 1601371.

Chi è interessato può scaricare la scheda d'iscrizione ed il Bando sul sito: http://www.premioalessandrabisceglia.org o scrivere all’indirizzo di riferimento: info@premioalessandrabisceglia.org

Dona Ora!

Iscriviti alla Newsletter!