Home > La Fondazione > Atto Costitutivo

Repertorio n. 6646 Raccolta n. 5540

ATTO COSTITUTIVO DI FONDAZIONE

REPUBBLICA ITALIANA
L’anno duemilanove, il giorno ventotto del mese di luglio. 28 luglio 2009
A Roma, nel mio studio in via Cola di Rienzo, n. 285.
Avanti a me dottoressa CARMEN CECERE, Notaio in Roma, iscritta al Collegio Notarile dei Distretti riuniti di Roma, Velletri e Civitavecchia. Assistita dalle testimoni, signore:
– Guzzetta Sabrina,
-De Santis Cesarina,
sono presenti:
LEI LORENZA
RESTAINO RAFFAELLA
MAZZA MAURO
RUFFINI PAOLO
GIACOBBO ROBERTO
BIANCHETTI LORENA
PALOMBELLI BARBARA
DE STEFANO COSMOFERRUCCIO
PIPARO MASSIMO
TALUCCI MONS. ROCCO
LEUZZI MONS. LORENZO
INSERO DON WALTER
BISCEGLIA NICOLA
BISCEGLIA SERENA
BIANCO MARIA GRAZIA
PACELLI DONATELLA
GARIBALDI ANDREA
GASPARI GIOVANNI
BISCEGLIA CRISTIAN
AMENDOLA ANTONIO
NOIA GIUSEPPE
BISCEGLIA ANTONIO PRINCIPIO
FALOTICO ROBERTO
PAGLIUCA NICOLA GIOVANNI
PETRULLO FRANCESCO
RESTAINO MARIA TERESA
RESTAINO ADRIANA
TANCREDI ENZA
SCIONTI SILVANA
MALATACCA FRANCESCA
CORONA GIOVANNI VITO
GIORGIO EGIDIO
DI MISCIO VINCENZO
MIRANDA ANTONIO
MAZZARELLI MAURO
QUAGLIETTA MARIA CARMELA
BUBICI CRISTINA
ROSUCCI GIANLUCA
POZZAGLIA STEFANO
FIORINI LORENA
STANCIU CRISTINA
Detti comparenti, della cui identità personale, qualifica e poteri io Notaio sono certa, alla presenza delle testimoni, mi richiedono di ricevere il presente atto con il quale convengono e stipulano quanto segue:
1) Per onorare la memoria della Dott.ssa Alessandra Bisceglia,giornalista, autrice televisiva, giovane donna dotata di grandi capacità professionali ed umane, oltre che di talento e un coraggio fuori dal comune, è costituita dai comparenti in proprio e come rappresentati, ai sensi dell’art. 10 del D. Lgs n. 460 del 1997, la Fondazione denominata “FONDAZIONE ALESSANDRA BISCEGLIA WALE – ONLUS” o in breve “FONDAZIONE WALE ONLUS”.
2) La Fondazione ha sede legale in Roma, attualmente con indirizzo invia Rialto, n. 56. Potrà istituire sedi secondarie, uffici e rappresentanze sia in Italia che all’Estero.
3) La Fondazione, quale Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale (ONLUS), nei modi consentiti dall’articolo 3) dello Statuto non ha finalità di lucro, persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale ha per scopo nel ricordare Alessandra, la sua forza, il suo sorriso e il suo coraggio, quello di promuovere e sviluppare, attraverso i propri mezzi finanziari la realizzazione di interventi di sostegno in favore di bambini affetti da malformazioni vascolari.
Per adempiere a tale scopo, la fondazione si fissa i seguenti obiettivi:
A)Promuovere lo studio e la ricerca nel campo delle anomalie vascolari in campo pediatrico al fine di approfondire la comprensione della patologia ed elevare il livello delle possibilità terapeutiche;
B)Promuovere i rapporti tra i centri di terapia a livello nazionale ed internazionale, eventualmente organizzando una banca dati con possibilità di accesso a medici e pazienti. Lo scopo è quello di avviare e sviluppare una collaborazione medica multispecialistica;
C)Promuovere attività formative specifiche tramite l’istituzione di borse di studio e/o master di specializzazione postuniversitaria;
D)Promuovere la conoscenza, a livello di famiglie e strutture di base, della patologia e delle problematiche inerenti.
E)Promuovere l’assistenza sociale e psicologica dei pazienti e delle loro famiglie individuando specifiche attività di volontariato;
F)Favorire attività solidaristiche tramite la loro progettazione e realizzazione con riferimento specifico al settore in oggetto;
G)Promuovere iniziative socioculturali per divulgare la necessità del superamento delle barriere architettoniche e culturali;
H)Promuovere iniziative socioculturali per divulgare il messaggio di Amicizia, amore, impegno, solidarietà e sostegno;
I)Attuare e sostenere iniziative utile alla cura del malato;
J)Sensibilizzare gli organi competenti sollecitandoli ad istituire percorsi assistenziali efficaci, efficienti e (facilmente) accessibili.
La Fondazione non potrà svolgere attività diverse da quelle previste dall’articolo 3) dello statuto, ad eccezione di quelle ad esse direttamente connesse e comunque in via non prevalente.
Per il conseguimento dei propri scopi, la Fondazione, in concomitanza di celebrazioni, ricorrenze o campagne di sensibilizzazione, potrà altresì promuovere occasionalmente raccolte pubbliche di fondi anche mediante offerte di beni di modico valore o di servizi ai sovventori.
4) A costituire il patrimonio iniziale della Fondazione i costituenti, come sopra comparsa presenti, generalizzati e rappresentati, dichiarano di voler conferire come conferiscono a titolo gratuito alla Fondazione, destinandola ad essa in dotazione, la somma di euro … omissis ciascuno ad eccezione del Comitato Promotore “Fondazione Alessandra Bisceglia” che come rappresentato, destina in dotazione tutte le somme ad oggi raccolte pari ad Euro … omissis. per un totale, quale fondo di dotazione, di Euro … omissis.
Le predette somme, già depositate su un c.c. finalizzato alla costituenda fondazione ed ivi destinate ad essere versate, sono rappresentate dai seguenti assegni circolari non trasferibili emessi dalla Banca …….. omissis.
Ottenuto il riconoscimento giuridico, l’Ente assegnatario entrerà nel godimento di quanto datole in dotazione.
5) La Fondazione sarà amministrata e svolgerà la propria attività in conformità e sotto l’osservanza delle norme contenute nello Statuto che, si allega al presente atto sotto la lettera “M” per farne parte integrante e sostanziale.
6) Sono organi della Fondazione:
a) Consiglio Generale;
b)Il Consiglio Direttivo;
c)Il Presidente;
d)Il Vice Presidente;
e) Il Segretario generale – tesoriere;
f)Il Comitato Tecnico – Scientifico;
g)Il Collegio dei Revisori dei Conti,
con i poteri e le modalità indicati nello Statuto allegato.
Tutte le cariche sono gratuite, salvo il rimborso delle spese per lo svolgimento dell’ufficio e salva l’eventualità di compensi se deliberati dal Consiglio Direttivo per incarichi relativi ad attività non connesse alla carica, il tutto nei limiti indicati all’art. 10, comma 6, D.Lgs. n. 460 del 1997.
7) A comporre il Consiglio Direttivo che durerà in carica tre anni sono chiamati i signori:
Lei Lorenza, Restaino Raffaella, Palombelli Barbara, Mazza Mauro, Ruffini Paolo, Giacobbo Roberto, Bianchetti Lorena, Bianco Maria Grazia, Garibaldi Andrea, Piparo Massimo, Falotico Roberto, Amendola Antonio, Bisceglia Nicola, Bisceglia Antonio, Bisceglia Serena e De Stefano Cosmoferruccio, tutti come sopra generalizzati.
Vengono designate:
Presidente Dr.ssa Lorenza Lei
Vice Presidente Dr.ssa Restaino Raffaella
Ai consiglieri sopra indicati verrà data immediata comunicazione della nomina: nella prima riunione del Consiglio direttivo si procederà alla nomina degli altri organi ad eccezione delle seguenti nomine teste effettuate:
Segretario Generale – Tesoriere – Amendola Antonio
Presidente del Comitato Tecnico Scientifico De Stefano Cosmoferruccio
8 L’esercizio finanziario si chiude al 31 (trentuno) dicembre di ogni anno. Il primo esercizio si chiuderà al 31 (trentuno) dicembre 2009 (duemilanove).
9) I comparenti dichiarano che le attribuzioni patrimoniali di cui al presente atto sono sottoposte alla condizione del legale riconoscimento della Fondazione qui costituita: a tal fine conferiscono alla Presidente dr.ssa Lorenza Lei il più ampio mandato per il compimento di tutte le attività necessarie per il riconoscimento della Fondazione ai sensi della Legislazione vigente, ivi compresa la facoltà di apportare al presente atto costitutivo ed all’allegato statuto tutte le integrazioni e modifiche che fossero eventualmente richieste dall’Autorità competente ai fini del riconoscimento.
10) Imposte e spese del presente atto e delle dipendenti formalità sono a carico della Fondazione che chiede le agevolazioni fiscali previste dalle leggi vigenti con riferimento in particolare all’art. 11 bis Tariffa allegata al D.P.R. n. 131/1986 e all’art. 3 D.Lgs. n. 346/1990.
11) Le parti mi dispensano dalla lettura degli allegati dichiarando di averne piena ed esatta conoscenza.
Richiesto io notaio ricevo questo atto che viene da me letto, alla presenza delle testimoni, ai comparenti che lo approvano dichiarandolo conforme alla loro volontà.
Dattiloscritto da persona di mia fiducia, ma per mia cura, e completato a mano da me Notaio occupa tredici pagine e quanto sin qui della quattordicesima di quattro fogli.
Viene sottoscritto a norma di legge alle ore sedici e minuti cinque
F.TO CARMEN CECERE NOTAIO

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com