Home > Articoli > Affrontare il dolore fisico e psicologico attraverso…

(dal notiziario “W Ale Notizie” n°4, del 26 luglio 2011)

Affrontare il dolore fisico e psicologico attraverso una storia dei nostri tempi:“Betty, sono Bruno”

Il 15 giugno 2011, al Teatro Padiglione 90 si è tenuto l’incontro organizzato dalla Direzione generale del San Filippo Neri e la Fondazione Alessandra Bisceglia W ALE, un incontro, coordinato da Valentina Bisti, giornalista Tg1, un’opportunità per avvicinare ancora di più il paziente ai medici di una grande struttura sanitaria per parlare di terapia del dolore, come affrontarlo nel percorso culturale e umano che lega la sanità ai pazienti e ai familiari, conforto e sollievo a chi si trova a vivere la fragilità della malattia, il dolore fisico e psicologico. Sono intervenuti il Direttore generale del San Filippo Neri Prof. Domenico Alessio e i medici Claudio Lo Presti Terapia del dolore, Claudio Piccone Urologia, Furio Colivicchi Cardiologia, Marino De Rosa Broncopneumologia, Artemisia Fiorentino Medicina d’urgenza e Pronto soccorso.

 

Un momento toccante per ricordare la perdita di persone care: una mamma, una moglie, una figlia, Raffaella Restaino, Vice Presidente Fondazione Alessandra Bisceglia W ALE Onlus, Clemencia Cibelli Tagliani, Amministratore unico Canale Tre, Lorena Fiorini, Scrittrice, psicologa. L’incontro è nato come l’occasioneper presentare il libro e l’audiolibro,”Betty, sono Bruno”, realizzato da padre e figlia, un racconto che abbraccia quasi un secolo di storia che si dipana dal 1919, anno di nascita di Bruno Fiorini, fino a giungere ai nostri giorni. Parla di un’Italia che rappresenta quella parte del Paese che ha combattuto, lavorato, risparmiato, ha dedicato la vita alla famiglia, a far crescere figli e nipoti con sani principi. La commozione ha raggiunto il massimo con l’intervento di Raffaella Restaino che ha lungamente intrattenuto gli ospiti raccontando la sua storia e quella della Fondazione puntando l’accento su come il dolore possa essere lo strumento per dare un senso alla propria vita.

La presentazione è proseguita con le istituzioni che hanno dato collaborazione e il logo al libro: Col. Antonino Zarcone, Capo Ufficio Storico dell’Esercito e Ten. Col. Andrea Pettini, Capo Ufficio Ricerche e documentazione di guerra Croce Rossa Italiana. La proiezione di foto tratte dal libro e l’ascolto di brani tratti dall’audiolibro “Betty, sono Bruno” hanno accompagnato i numerosi interventi. L’Inno nazionale, suonato dall’Orchestra Giovanile Monte Mario e cantato da tutti i presenti, ha regalato un ultimo tremito a una platea attenta e partecipativa.

 

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com