Home > Articoli > Le stanze di Ale “All’opera”

(dal notiziario “W Ale Notizie” n°5, del 5 novembre 2011)

Le stanze di Ale a Venosa, in provincia di Potenza, oggi 8 ottobre 2011, hanno iniziato la loro opera concreta, segnando il passaggio da un’idea molto bella a un’occasione reale di aiuto e di sostegno ad alcune famiglie. Il progetto, partito già da un mese, vede impegnato un gruppo di volontari il martedì dalle ore 10,00 alle ore 12,00 e il giovedì dalle ore 16.00 alle ore 18.00 presso l’ospedale di Venosa.

Questa prima fase è gestita da volontari coordinati dalla presidente della Fondazione “W Ale” Raffaella Restaino, che offrono le prime informazioni alle famiglie che lo richiedono e fissano successivamente un appuntamento  con il Professor De Stefano, per una visita specialistica del tutto gratuita. Il professore De Stefano, specialista con una lunga esperienza nell’ambito della patologia, insieme ad altre due professioniste, la segretaria UOC di Chirurgia plastica del Bambino Gesù, Franca Germano  e la Dr.ssa Erminia Silvi che sta effettuando un dottorato di ricerca triennale, di specializzazione nelle malattie vascolari, finanziati dalla Fondazione “W Ale”, hanno dedicato il loro tempo, la loro professionalità, esperienza e conoscenza prima di tutto alle famiglie, ma anche ai volontari, affinché il servizio donato sia davvero a sostegno  della persona.  Questa prima giornata ha permesso a 12 famiglie, provenienti da varie parti della regione Basilicata e dalle regioni limitrofe,  di ricevere  un  incontro  e  una  consulenza medica, con l’intento di essere guidati alla conoscenza di una patologia, che per la sua complessità, spaventa e disorienta. La passione che ha guidato lo sguardo del Professor De Stefano nell’incontro con le persone e il loro vissuto va oltre il rapporto medicopaziente e crea quella fiducia e quell’abbandono che Alessandra aveva sperimentato sulla sua pelle. Le stanze di Ale vogliono essere una mano aperta, attenta al bisogno, ma anche capace di accompagnare chi dalla sofferenza è accompagnato.
MARICA QUAGLIETTA

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com