Home > Archive for La Ricerca Scientifica

Facciamo chiarezza sulle Anomalie Vascolari: la parola agli esperti – parte IV

(dal notiziario “W Ale Notizie” n°28, del 23 giugno 2017)

Rubrica Scientifica a cura del Prof. Cosmoferruccio De Stefano

Relazioni del Convegno “Le Patologie Vascolari Congenite: dalla diagnosi alla gestione della Malattia Vascolare rara” (Roma, 10/10/2015)

Continuiamo la pubblicazione, già iniziata nei Notiziari n. 25, 26 e 27, di quanto presentato in occasione del Convegno, con la relazione “Problemi medici e sociali generati dalla difficoltà della diagnosi” del Prof. Cosmoferruccio De Stefano.

Dopo aver ascoltato gli oratori precedenti, abbiamo capito quanto è difficile orientarsi in questa patologia. Appena famiglie e pazienti si rendono conto del problema, devono, ovviamente, chiedere aiuto. Sorvolando, al momento, ma solo per un momento, sulle personali, affannose, ricerche, i naturali interlocutori sono i pediatri ed i medici di base, in funzione dell’età del paziente. Ora è chiaro che non possono avere una competenza super specialistica ma, una volta inquadrato il capitolo generale della patologia, espresso dal termine “vascolare”, avendo necessità di un aiuto da parte di esperti, i medici devono avviare il paziente al SSN. E qui iniziano le peripezie, considerando che la nostra Sanità, tra diretti e convenzionati, conta quasi 1500 centri di cui, sembra incredibile, oltre 500 sono dislocati al Sud.

Continua a leggere Facciamo chiarezza sulle Anomalie Vascolari: la parola agli esperti – parte IV

Facciamo chiarezza sulle Anomalie Vascolari: la parola agli esperti – parte III

(dal notiziario “W Ale Notizie” n°27, del 5 aprile 2017)

Rubrica Scientifica a cura del Prof. Cosmoferruccio De Stefano

Relazioni del Convegno “Le Patologie Vascolari Congenite: dalla diagnosi alla gestione della Malattia Vascolare rara” (Roma, 10/10/2015)

Continuiamo la pubblicazione, già iniziata nei Notiziari n. 25 e 26, di quanto presentato in occasione del Convegno, con la relazione “La Radiologia Interventistica nella gestione delle Malformazioni linfatico-venose” del Prof. Piergiorgio Falappa, Radiologo interventista già Direttore Unità Operativa di Radiologia IDI Roma

Le malformazioni vascolari linfatico-venose fanno parte delle malformazioni congenite a basso flusso. Quando sono stato contattato per parlare di questo tema mi sono chiesto quale potesse essere il mio contributo e, da anziano tra i Radiologi Interventisti, ho pensato che forse qualche “pillola di saggezza” potesse essere il mio vero contributo. In realtà ho potuto osservare risultati a “vero lungo termine” e ho incontrato tante piccole e grandi complicanze che hanno condizionato e caratterizzato il mio atteggiamento prudenziale nel decidere se e come trattare queste malformazioni.

Continua a leggere Facciamo chiarezza sulle Anomalie Vascolari: la parola agli esperti – parte III

Facciamo chiarezza sulle Anomalie Vascolari: la parola agli esperti – parte II

(dal notiziario “W Ale Notizie” n°26, del 22 dicembre 2016)

Rubrica Scientifica a cura del Prof. Cosmoferruccio De Stefano

Relazioni del Convegno “Le Patologie Vascolari Congenite: dalla diagnosi alla gestione della Malattia Vascolare rara” (Roma, 10/10/2015)

Continuiamo la pubblicazione, già iniziata nel Notiziario n. 25, di quanto presentato in occasione del Convegno, con la relazione “Introduzione alle Malformazioni Vascolari” del Prof. Paolo Persichetti, Professore Ordinario e Direttore U.O.C. di Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica, Policlinico Universitario Campus Bio-Medico, Roma.

Secondo le credenze popolari le anomalie vascolari sono la manifestazione di “voglie” insoddisfatte della mamma durante l’attesa. Per questo, ancora oggi, le lesioni vascolari del bambino vengono chiamate “voglie di fragola” o “di vino”. Per decenni il termine Angioma è stato utilizzato per descrivere le Malformazioni Vascolari.

Continua a leggere Facciamo chiarezza sulle Anomalie Vascolari: la parola agli esperti – parte II

Facciamo chiarezza sulle Anomalie Vascolari: la parola agli esperti – parte I

(dal notiziario “W Ale Notizie” n°25, del 24 ottobre 2016)

Rubrica Scientifica a cura del Prof. Cosmoferruccio De Stefano

Relazioni del Convegno “Le Patologie Vascolari Congenite: dalla diagnosi alla gestione della Malattia Vascolare rara” (Roma, 10/10/2015)

Iniziamo con la relazione sulla “Classificazione delle Anomalie Vascolari” del Dott. Vito Toto U.O.C. di Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica Policlinico Universitario Campus Bio- Medico, Roma.

La terminologia usata per descrivere le Anomalie Vascolari è estremamente confusa e inesatta perché: la maggior parte delle alterazioni vascolari congenite colpiscono la pelle e per secoli queste lesioni sono state descritte come “nei vascolari congeniti”, “voglie materne”, “bacio d’angelo”, “macchie a vino di porto”; nel XIX secolo, con l’avvento dell’istopatologia, sono state denominate “angiomi”, sebbene anche altri tipi di lesioni fossero spesso erroneamente descritte con lo stesso termine; i due tipi più comuni di alterazioni vascolari congenite, gli Emangiomi Infantili e le Malformazioni Vascolari, possono apparire inizialmente molto simili, ma il decorso clinico è molto diverso.

Continua a leggere Facciamo chiarezza sulle Anomalie Vascolari: la parola agli esperti – parte I

Mosaico Assistenziale per le Anomalie Vascolari – parte I

(dal notiziario “W Ale Notizie” n°22, del 18 dicembre 2015)

Rubrica Scientifica a cura del Prof. Cosmoferruccio De Stefano

L’esame delle anomalie vascolari ci ha fatto capire come esistano due grandi famiglie di patologia, gli angiomi e le malformazioni vascolari, cui corrispondono terapie molto differenti e prognosi che vanno da quella più banale di una completa risoluzione, a quelle gravissime di disagio o grave impotenza funzionale se non, come in alcuni casi, di morte.

Continua a leggere Mosaico Assistenziale per le Anomalie Vascolari – parte I

Premessa

Nell’ambito delle anomalie vascolari sono comprese forme semplici come gli angiomi e complesse come le malformazioni vascolari.

Gli angiomi, chiazze rossastre più o meno rilevate, di varia forma e distribuzione, sono una delle patologie più frequenti in età pediatrica, in particolare in bambini prematuri, e rappresentano una anomala persistenza del tessuto fetale destinato alla formazione dei vasi.

Queste forme, di solito poco visibili alla nascita, in poco tempo evolvono, spesso in maniera impressionante, per poi regredire ad un guarigione totale o subtotale in un arco temporale che si esaurisce mediamente tra i tre ed i cinque ed i sei anni di vita.

Completamente differente è la prognosi in caso di malformazione vascolare, dove l’etiopatogenesi è legata alla intrinseca alterazione del tessuto vasale.

Continua a leggere Premessa

Malformazioni Vascolari

a cura del prof. Cosmoferruccio De Stefano

Le malformazioni vascolari sono errori di sviluppo embrionale dei vasi sanguigni e quindi per definizione, presenti alla nascita. Non sempre tuttavia sono visibili alla nascita, nei primi giorni di vita o durante lo sviluppo neonatale. Alcune malformazioni, infatti, possono per così dire “ritardare” la loro comparsa evidenziandosi solo in età adolescenziale o addirittura adulta, attraverso una fase “quiescente” che può durare diversi anni.

Continua a leggere Malformazioni Vascolari

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com