Partecipanti della V edizione

 BiografiaCategoria
Erika Antonelli
Ha 29 anni e una laurea magistrale in Interpretariato e traduzione che le ha fatto capire due cose: in tedesco la parola “Heimweh” è intraducibile e io non voglio fare l’insegnante.
Prima di iscriversi al master in Giornalismo e Comunicazione multimediale della Luiss (Roma) ha insegnato tedesco e inglese in una scuola di lingue e vissuto tre anni in Austria.
A 28 anni è tornata in Italia (vedi “Heimweh” di cui sopra) ed era intrappolata in una professione poco appagante. Ha scelto di iscriversi alla scuola di giornalismo, cosciente che senza borsa di studio non se la sarebbe potuta permettere. Ha vinto la prima e ringrazia il giorno in cui per caso ha letto il bando di iscrizione.
Ha fatto uno stage presso CBC, Canadian Broadcasting Corporation.
Partecipa a questo premio perché trova che la comunicazione sociale sia la sintesi perfetta del lavoro giornalistico: bisogna scegliere con cura le parole, ma la storia vale la fatica.
Intervista
Sezione Web
Daniele Bartocci
Giornalista marchigiano classe 1989, in oltre 17 anni di giornalismo si occupa di argomenti quali cronaca e sport. Laureato in Economia e Commercio (110 e lode), ha lavorato come telecronista, radiocronista e inviato, rivestendo l’incarico di responsabile ufficio stampa (Jesina Calcio) e collaborando con magazine, settimanali, quotidiani cartacei (Corriere Adriatico) e online. Ha partecipato negli anni a eventi sportivi come Gran Galà Calcio Serie A Milano, Gran Galà Calcio Serie B, Sport Digital Marketing Festival e Olimpiadi del Cuore di Forte dei Marmi. Nel suo cv un Master Sport – Digital Marketing & Communication del Sole 24 Ore. Risulta tra i vincitori del premio Overtime Web Festival 2018 (miglior articolo sport individuali), si conferma nel 2019 e ottiene il premio giornalistico nazionale Mimmo Ferrara 2019 (menzione speciale all’Odg - Napoli). È tra i vincitori del concorso letterario Racconti Sportivi 2019 (Centro Sportivo Italiano – Historica) la cui cerimonia di premiazione si è svolta in occasione della settimana del Salone del Libro di Torino 2019 e al Teatro Arena di Bologna. Si ripete nell’edizione 2020 di Racconti Sportivi. È stato premiato a Maggio 2019 come miglior giornalista under 30 Premio Renato Cesarini 2019. Nominato tra i migliori 30 millennials d’Italia 2019, vincitore del prestigioso Myllennium Award all’Accademia di Francia a Roma in ambito comunicazione sportiva. A settembre 2019 riceve la menzione d’onore al Premio Letterario Città di Ascoli Piceno. Ha all’attivo interventi e docenze in giornalismo e comunicazione in università e master (Roma, Bologna, Ancona, Macerata). A luglio 2020 viene premiato dal Ministro Sport Vincenzo Spadafora al Myllennium Award 2020 (Accademia di Francia – Villa Medici), alla presenza del Presidente Coni Giovanni Malagò, e ottiene il premio speciale di migliore giornalista giovane al Premio Cesarini ad agosto 2020. A Torino vince sempre nel 2020 il Premio Giovanni Arpino - Inedito dedicato alla letteratura sportiva. Vincitore del titolo di miglior blogger sportivo 2020 (Blog dell’Anno 2020) e del premio di giornalismo sportivo Simona Cigana 2020 (Friuli Venezia Giulia). Vince anche la menzione speciale al Premio Internazionale Città di Sarzana e al Premio Santucce Storm Festival sempre in ambito storytelling sportivo. Autore del libro “Happy Hour da fuoriclasse al Bartocci”. Il suo blog principale è www.danielebartocci.com https://biografieonline.it/biografia-daniele-bartocci

Intervista
Sezione Web
Ilaria Beretta
Giornalista professionista di 28 anni. Collabora con il bisettimanale
d’attualità per bambini Popotus e il quotidiano Avvenire. Responsabile della comunicazione per un istituto religioso, scrive anche per “Mondo e Missione” e “Credere” dando spazio a buone pratiche ed esperienze di solidarietà. Nel 2017 ha vinto il Premio De Carli per l’informazione religiosa e nel 2020 una menzione speciale del Premio Benedetta D’Intino per la comunicazione della disabilità. Ha scritto il libro “Quello che le
donne non dicono alla Chiesa” (Àncora, 2019) e ogni settimana registra il podcast per bambini “Le notizie della illy”.


Intervista

Sezione Agenzie di stampa, Quotidiani e Periodici
Maria Letizia Camparsi
24 anni nata a Verona, anzi, a Chievo (per la precisione). Ha studiato Lettere Moderne all’Università di Bologna e ha frequentato l’Istituto per la formazione al giornalismo di Urbino, dove ha svolto il praticantato. Attualmente collabora come giornalista videomaker per il Fatto Quotidiano. Prima di questo, ha fatto esperienza nelle redazioni di Repubblica, Radio Capital e San Marino RTV.

Intervista
Sezione Web
Gabriella Cantafio
è nata a Crotone il 28 agosto 1986. Laureata in Comunicazione Sociale presso l’Università degli Studi di Messina con Master in Economia e Gestione della Comunicazione e dei Media presso l’Università di Roma Tor Vergata. Giornalista, scrive di attualità e cultura su testate nazionali (Vanity Fair, Il Foglio, Il Giornale sezione OFF, Il Fatto Quotidiano). Collabora con aziende dei settori food e luxury (maison orafa Gerardo Sacco e Mulinum, la più grande startup agricola nata sul web) in qualità di addetto stampa.
Dal 2012, collabora con il mondo associazionistico, nello specifico con il Consorzio di cooperative sociali Jobel di Crotone, alternando contratti a progetto a collaborazioni volontarie, sempre nell’ambito della comunicazione.
Appassionata di libri, organizza eventi culturali. Giurata del Premio Letterario Caccuri nelle edizioni 2017-2018.

Intervista
Sezione Web
Caterina Caparello
Giornalista pubblicista dal 2015, nel 2012 si è laureata in Lettere Classiche presso l’Università La Sapienza di Roma. Dopo il trasferimento a Pavia, nel 2017, ha collaborato con la testata locale La Provincia Pavese occupandosi di cronaca, cultura e sport. Nel frattempo, si è occupata di tennis e basket presso delle riviste online e cartacee nazionali specializzate. Attualmente collabora da freelance con il Corriere della Sera nella sezione Cronaca Milano e Il Bello dell’Italia assieme ai blog La 27esima ora, Marilyn, Giornalisti nel pallone e Invisibili. Sempre da freelance, collabora anche con il quotidiano Domani e il magazine di basket femminile Pink Basket.

Intervista
Sezione Web
Ludovica Criscitiello
Giornalista professionista dal 2011 e videomaker da due anni. Vive a Firenze dove scrive articoli, gira e monta video per La Nazione. Ha lavorato come addetto stampa a Roma per alcune associazioni e si muove da sempre nel campo della comunicazione. Si è laureata in Comunicazione d’Impresa e ha fatto il master di giornalismo a Napoli per iscriversi all’albo dei professionisti. A questo ha aggiunto anche i video perché si è convinta che una buona dose di immagini unita alla scrittura può fare davvero tanto. Trai temi di cui adora parlare, quelli sulla diversità e l’inclusione hanno la precedenza. Crede che lo scopo per fare del buon giornalismo sia quello di dare voce a chi, come Elisa Vavassori, nel suo piccolo fa qualcosa di grande, che può insegnare e ispirare anche altri. Raccontare storie che valgano la pena: è questa la mission di un giornalista.

Intervista

Sezione Web
Ottavio Cristofaro
È laureato in Scienze della Comunicazione e specializzato con Laurea di specializzazione in Comunicazione e Multimedialità presso l’Università degli Studi di Bari con il massimo dei voti. Giornalista e scrittore opera nel campo dell’organizzazione di uffici stampa sia in ambito culturale e con particolare riferimento al campo politico con esperienze nazionali, regionali e locali. È direttore del portale web Lo Stradone ed è stato direttore di Puntoradio. Gode di diverse esperienze da docente formatore, sia presso istituti superiori secondari che presso istituzioni accademiche. È senior advisor per le imprese sotto il profilo della comunicazione aziendale. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche ed è giornalista per La Gazzetta del Mezzogiorno.

Intervista
Sezione Agenzie di stampa, Quotidiani e Periodici
Giulia Dallagiovanna
Si occupa di salute su Ohga.it, un magazine attento all’informazione scientifica autorevole e di qualità. Ci è arrivata dopo una laurea in Lingue e Letterature Europee e Americane all’Università di Pavia e un master alla Scuola di Giornalismo Walter Tobagi di Milano. Ha scritto per TgCom24.it e The Post Internazionale. Adesso approfondisce argomenti di medicina e alimentazione, cercando di integrare le storie delle singole persone con la spiegazione di uno specialista (e viceversa), in modo che chi legge possa farsi un’idea completa e concreta di cosa significhi convivere con malattie poco conosciute, quando non addirittura rare.

Intervista
Sezione Web
Sara Del Dot nasce a Trento il 9 settembre 1991. Si diploma al liceo classico e si sposta a Bologna, dove consegue la laurea triennale in Lettere moderne e successivamente la magistrale in Scienze della comunicazione pubblica e d’impresa. Nel 2016 vince il premio Roberto
Morrione per il giornalismo d’inchiesta con un lavoro sull’emergenza abitativa di Bologna. A Milano frequenta il master in Giornalismo presso la Scuola Walter Tobagi, grazie al quale ha occasione di effettuare esperienze lavorative in redazioni come Class Life e News Mediaset.
Iscritta all’albo dei professionisti dall’estate del 2019, attualmente lavora per Ohga, testata
online di Ciaopeople editore, in cui si occupa del settore relativo all’ambiente e alla sostenibilità e della parte editoriale della produzione video. La realizzazione del video “Terapia dei viaggiatori” è stata possibile grazie a Gianluca Fabbricino (riprese e montaggio) e Aniello
Ferrone (supervisione video).

Intervista
Sezione Web
Giulia Diamanti
Giornalista professionista. Scrive principalmente per Primopiano. Si occupa anche di storie - quelle delle persone - e di economia, ma solo quella circolare.
È dipendente da tastiera, ma la narrazione che preferisce è quella raccontata attraverso l'obiettivo di una macchina. La videocamera le fa lo stesso effetto di una calamita al frigo: non riesce a staccarsi.
Laurea in Comunicazione-Lettere e Filosofia, Master in Giornalismo (Iulm).
Stage: Tgcom24 e La Repubblica. Collaborazioni: le più disparate.

Intervista
Sezione Web
Greta Dircetti è nata a Padova nel 1995 e si è laureata in Governo delle amministrazioni
all'università di Padova, in triennale e in Mass media e Politica all'università di Bologna, in
magistrale. È una giornalista praticante del XV biennio della Scuola di Giornalismo
Radiotelevisivo di Perugia e dal 2017 collabora con Il Giornale di Vicenza per la cronaca.
Ha seguito anche le pagine di economia e spettacolo. È stata stagista presso l’associazione Scambi Europei per la parte social e per il comune di Bassano del Grappa come ufficio stampa. Ha seguito la campagna elettorale del comune di Forlì per la parte di comunicazione e gestione dei social. È membro del consiglio direttivo dell’associazione Fuori Onda, formata da ragazzi sotto i 30 anni che si occupano di fare
divulgazione nelle scuole, ma organizzano anche eventi pubblici in cinema e teatri per coinvolgere la cittadinanza.

Intervista
Sezione Radio-Televisiva
Giuseppe Facchini è un giornalista professionista freelance. Corrispondente da Bologna per Fanpage.it e RiciclaTv, direttore responsabile di Teatro Magazine e collaboratore del Corriere della Sera-Bologna e La7 (per la trasmissione Tagadà). In passato ha diretto Parmanews24 ed ha collaborato con la Gazzetta di Parma, AlaNews, Agenzia Vista, ParmaSera, Pubblico, Fps Media, Radio Città Fujiko, Pagina99 e L’altra Molfetta.
Autore del libro “Elvio Ubaldi, la politica nel destino” (2014 Parma, Ed. Battei), vincitore nel 2015 del Premio Marco Nozza, giornalismo investigativo e d’informazione critica.

Intervista

Sezione Web
Sara Fiumefreddo ha 20 anni, è nata il 01/02/2001 ed è residente a Molfetta (BA). Ha frequentato il Liceo Classico Leonardo da Vinci di Molfetta, dove ha potuto approfondire la cultura umanistica in tutti i suoi aspetti, per poi iscriversi, nell’anno accademico 2019/2020, al corso di laurea triennale in Scienze della Comunicazione all’Università degli studi di Bari Aldo Moro.
Dal 2016 ha collaborato con il periodico mensile Quindici Molfetta e con il quotidiano Quindici on-line.
A giugno 2020 è diventata giornalista pubblicista.

Intervista
Sezione Agenzie di stampa, Quotidiani e Periodici
Gloria Giavaldi
Pubblicista appassionata, da sempre interessata al sociale, crede nel giornalismo capace di produrre risultati concreti. Scrive storie e raccoglie pezzi di vite coraggiose.
Vivendola tutti i giorni sulla propria pelle, ama descrivere la diversità con spirito di verità, convinta che il cambiamento culturale tanto richiesto passi necessariamente dalle parole. Attualmente collabora con la testata web Crem@online, partecipa al progetto Sogna Forte del noto giornalista Iacopo Melio e svolge attività di comunicazione e ufficio stampa per alcune associazioni operanti nel settore della disabilità.

Intervista

Sezione Web
Filippo Gozzo nasce il 14 maggio 1996 a Ferrara. Appassionato di sport, soprattutto di calcio, scopre il giornalismo al liceo, quando partecipa alla redazione del giornalino d’istituto. Nel 2018 si laurea in Lingue, Civiltà e Scienze del Linguaggio all’Università Ca’ Foscari di Venezia, con una tesi sulle presidenze Chávez e Maduro in Venezuela. Nel 2020 ottiene la laurea magistrale in Politiche Europee e Internazionali all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, con una tesi sulle relazioni diplomatiche tra le dittature sudamericane degli anni ’70 e la presidenza Nixon negli Stati Uniti. Sempre nello stesso anno svolge un periodo di stage presso le trasmissioni di cronaca e informazione di Telelombardia.
Vive da 3 anni a Milano e oggi è giornalista praticante. Frequenta la Scuola di Giornalismo Walter Tobagi e scrive sul suo blog personale di approfondimento sportivo “Var Sport”.


Intervista
Sezione Agenzie di stampa, Quotidiani e Periodici
Domenico Gramazio è nato 35 anni fa a Foggia ed è giornalista professionista dal 2017. In possesso di laurea magistrale in Scienze della Comunicazione, conseguita all’Università di Salerno nel 2011, ha mosso i primi passi nel giornalismo a Salerno, città dove si è trasferito per studio dal 2004 e dove vive tutt’ora.
Pubblicista dopo l’esperienza presso il quotidiano Il Nuovo Salernitano diretto dall’attuale deputato Gino Casciello, ha conseguito altre esperienze nel mondo dell’informazione. Quella più importante resta presso la redazione Metropolis, quotidiano a diffusione regionale tra le province di Napoli e Salerno, in cui ha trovato lavoro stabilmente dal 2012 al 2016. Dal 2017 è entrato a far parte del quotidiano La Città: prima come collaboratore esterno, poi come redattore web ed infine come redattore del quotidiano leader dell’informazione in provincia di Salerno.

Intervista
Sezione Web
Emanuele La Veglia
Giornalista professionista classe 1992, ha iniziato a scrivere articoli subito dopo il diploma. Su Ohga racconta storie di persone speciali tra salute e sostenibilità, mentre su Vanity Fair collabora alla rubrica “Donne nel mondo”. Parallelamente si occupa di tecnologia per testate specialistiche e di comunicazione per eventi e blog aziendali. Ama leggere e stare a contatto con la natura. Ex Sky e AdnKronos, ha uno spiccato interesse per le tematiche di inclusione sociale, frutto delle esperienze di volontariato, tra Caritas, Servizio Civile Nazionale e Società Umanitaria. Negli ultimi anni ha vinto tre premi giornalistici, indetti rispettivamente dal Rotary Club, dalla redazione L’altrapagina e dal Festival del Giornalismo Culturale. È laureato con lode in Editoria, culture della comunicazione e della moda all’Università Statale di Milano.

Intervista

Sezione Web
Andrea Lattanzi (Carrara, 1987), è un giornalista pubblicista e videomaker che lavora e vive a Milano. Laureato in Scienze della Politica e dei Processi Decisionali si occupa di realizzare contenuti video e documentari per il Gruppo Gedi, in particolare per i siti di Repubblica e La Stampa. Autore del saggio “Librai: si salvi chi può” (GoWare) sulla trasformazione dei mestieri legati all'editoria tradizionale, ha pubblicato nel 2018 il libro “Eravamo tanto amati”, dal quale è tratto l'omonimo documentario sulla fine del Partito Comunista Italiano in Toscana. Appassionato di scienza e viaggi, è tra i fondatori dell'associazione GvPress, che tutela il lavoro dei giornalisti videomaker in Italia.

Intervista


Sezione Web
Caterina Maggi
Nata il 1 Maggio 1996 a Genova, decide di seguire la vocazione giornalistica dopo la laurea in Lettere e un viaggio in Palestina. Scrive da sempre, ma le interessano le piccole storie di persone comuni, o i racconti di avvenimenti in luoghi remoti.
Il suo sogno è diventare corrispondente da Sud America o area MeNa per un quotidiano o televisione.

Intervista

Sezione Web
Alice Martinelli
Toscana, giornalista professionista, è inviata del programma televisivo Le Iene show, dal 2017. Lavora in televisione dal 2014, grazie a Michele Santoro che ha scommesso su di lei inserendola nella squadra del suo Servizio Pubblico, (La7), ma ha cominciato nella carta stampata come cronista per Il Secolo XIX. Ha vinto i premi Lorenzo Perrone - Informare è prevenire (menzione speciale, 2012), Premio Cnog Formazione per l’informazione (2013), Premio Maurizio Rampino (2016), Premio L’Anello Debole del Capodanno Film Festival (2017), Premio Cristiana Matano (2020). Sognatrice curiosa e testarda, riassume tutti i pregi e i difetti del suo segno, il Capricorno: non fatela arrabbiare!

Intervista
Sezione Radio-Televisiva
Pietro Mecarozzi
Giornalista, autore e jazzofilo. Comincia a la Repubblica Firenze, poi La Nazione, Class, Vice, The Post Internazionale, Momento Italia, Gli Occhi della Guerra, The Vision, La Stampa, il Fatto Quotidiano, L'Espresso e Linkiesta.
Un master in giornalismo politico-economico alla Business School de Il Sole 24 Ore, un libro alle spalle e tanta passione per politica, economia, inchieste e data journalism.
Nel tempo libero? Charles Mingus, Milan e Dosto.


Intervista

Sezione Web
Federica Nannetti, 25 anni di Bologna. Laureata in Lettere Moderne ma con il sogno di diventare
giornalista fin dai banchi di scuola superiore, quando ha partecipato al concorso Repubblica@Scuola. Da ottobre 2019 frequenta il Master in Giornalismo della sua città, grazie al quale sta coltivando sempre più l’attenzione verso temi sociali e culturali. Allo stesso tempo, però, sta portando avanti l’altra sua grande passione: il pattinaggio artistico. Ha iniziato a praticare questo sport a soli quattro anni e oggi
continua a trasmettere la sua dedizione allenando le nuove generazioni delle rotelle.



Intervista
Sezione Web
Marta Occhipinti
Giornalista pubblicista e cultural free lance journalist, ha collaborato per diverse testate giornalistiche. Oggi, scrive per le pagine culturali del quotidiano la Repubblica. Laureata in Giornalismo e cultura editoriale all’Università di Parma, cura diversi uffici stampa nel campo di arte, società e beni culturali. Da sempre impegnata nel sociale, scrive di giornalismo comunitario, occupandosi di migranti e temi multiculturali. Nel 2020, riceve il Premio Giornalisti Under 35 al Festival del giornalismo culturale.

Intervista

Sezione Agenzie di stampa, Quotidiani e Periodici
Daniele Polidoro
Nato a Chieti. Classe 1992. Laureato in Mediazione Linguistica e Comunicazione Interculturale presso l’Università degli Studi Gabriele D’Annunzio. Dopo il master di giornalismo presso la Scuola Walter Tobagi di Milano, ha lavorato a Calciomercato.com, El Mundo Deportes, Sky Sport e La Gazzetta dello Sport. Attualmente collabora con Tgcom24 e Wired.

Intervista

Sezione Web
Luca Pons, ha 24 anni e da quasi 20 vuole fare il giornalista. Ha iniziato in prima elementare con una visita alla redazione del Corriere di Saluzzo, città del Cuneese in cui è cresciuto. Con il passare degli anni questa ambizione ha segnato il suo percorso di studi, dal liceo classico alla facoltà di Scienze politiche a Torino, fino al Master in giornalismo che attualmente frequenta. Con il tempo ha sviluppato un’idea più concreta e precisa di cosa voglia dire “fare giornalismo” per lui: parlare di politica, cioè di comunità, e trasformare un mondo articolato e complesso in fatti e storie, che permettano ad un pubblico di conoscere meglio realtà vicine o lontane. Per questo, è attirato dal racconto della marginalità, intesa in varie forme, e dal suo rapporto con la comunità. Da questo interesse è nato il servizio che invia per la sua candidatura. In un periodo di crisi e ricorrente emergenza, non voleva che fossero dimenticate le condizioni di giovani ragazzi e ragazze con disabilità. Avendo trovato il bando ed essendosi informato sulla storia di Alessandra Bisceglia, ha sentito che questo servizio potesse contribuire in piccola parte la sua vita e soprattutto il suo lavoro.

Intervista

Sezione Radio-Televisiva
Lorenzo Rampa
Nato a Monza, classe 1993. Brianzolo nello spirito, ma con la Sardegna nel cuore, cresciuto a pane, libri e pallone, da sempre fanatico della cultura pop. Un’insaziabile curiosità ed una profonda passione per le storie lo hanno condotto all'amore per il giornalismo, sbocciato definitivamente dopo uno stage presso il Giornale di Monza. Accantonando gli studi per una carriera da biologo marino, si è laureato in Scienze della Comunicazione a Pavia. Il richiamo del mare tuttavia permane, facendosi immergere ogni volta che ne ha l'occasione. Nel resto del suo tempo libero si divide tra lo scrivere romanzi, il video making e l'ossessione per documentari.

Intervista
Sezione Agenzie di stampa, Quotidiani e Periodici
Stefano Scaccabarozzi, ha 34 anni, giornalista, lavora per il quotidiano La Provincia di Lecco. Svolge il lavoro di cronista da ormai dieci anni, da otto è iscritto all'albo dei giornalisti, dal gennaio 2019 come professionista.
Nella sua carriera si è spesso occupato anche di temi legati al sociale e all'inclusione. Da un anno a questa parte si occupa di raccontare gli effetti della pandemia nel territorio in cui vive e in cui è diffuso il giornale per cui lavora. Racconta storie, esperienze e le vite dei cittadini lecchesi alle prese con questa emergenza sanitaria, economica e sociale.
Insieme ai colleghi Paolo Valsecchi e Lorenzo Bonini, ha curato il libro edito da Rizzoli “Io sono nessuno”, uscito lo scorso 15 settembre che racconta la vita di Piero Nava, supertestimone dell'omicidio del giudice Livatino e primo testimone di giustizia italiano.

Intervista

Sezione Agenzie di stampa, Quotidiani e Periodici
Francesco Sinigaglia Dottore con lode in Lettere, in Scienze dello Spettacolo e produzione multimediale e in Filologia moderna. Attualmente è dottorando di ricerca Università di Bari Aldo Moro in Lettere, Lingue e Arti - XXXV ciclo. Regista, drammaturgo e giornalista pubblicista iscritto all’Albo dell’Ordine dei Giornalisti. Conduce sin dal 2012 laboratori teatrali per bambini, ragazzi e adulti. Fonda il gruppo teatrale CompagniAurea. Tra le produzioni di CompagniAurea si ricorda Benedetto. Il papa di Gesù, partecipazione fuori concorso al Premio Ubu 2019. Ha pubblicato in volume “Otello nel laboratorio di Stanislavskij. Introduzione al metodo delle azioni fisiche” (TraLeRighe Libri Editore, 2018); “I volti della violenza a teatro: Dal Cinquecento a Dacia Maraini” (TraLeRighe Libri Editore 2017).

Intervista

Sezione Web